CINEMA E DISABILITÀ

Siamo da sempre interessate alla rappresentazione della disabilità da parte dei media, e pensiamo che - salvo rare eccezioni – tv e giornali ne diano un ritratto abbastanza patetico. Il discorso sulla disabilità spesso e volentieri rimane all’interno di una ristretta cerchia di argomenti triti e ritriti che puntano al sensazionalismo. Raramente si spazia fuori dal binomio antitetico che va dalle notizie sui disabili abusati e bullizzati a quelle sui "super-disabili" (un classico è il campione sportivo con qualche menomazione fisica) che non mancano di essere ritratti come fonti di "ispirazione" per tutti i normodotati.
Toccando quasi esclusivamente questi due estremi si perpetua un'immagine superficiale e stereotipata (e pericolosissima!) della disabilità che equivale, in fondo, a non parlarne affatto; perché, diciamocelo, i disabili non sono rappresentati nei media in modo degno di questo nome.
Il discorso è un po’ diverso per quanto riguarda internet e il cinema. La reciprocità e la condivisione del web, così come la creatività insita nel cinema rendono più possibile rappresentare le sfumature e sviluppare un discorso critico.
Essendo entrambe della cinefile irrecuperabili, in questa sezione ci concentriamo sui film, vari film che trattano di disabili e disabilità, analizzando di volta in volta i meccanismi di rappresentazione e i discorsi che vengono portati avanti, segnalando i film (pochissimi, purtroppo) che secondo noi rendono giustizia ai disabili e li rendono, agli occhi dei normodotati, un po’ meno "bestie rare", e non risparmiando critiche su quelle che ci sembrano rappresentazioni fuorvianti (abbiamo scoperto di avere una sorta di attrazione masochista che ci spinge a guardare anche i film più penosi…)
Ecco la lista delle nostre recensioni (in alcune è segnalato il pericolo di spoiler):

QUASI AMICI (titolo originale Intouchables), Francia, 2011, diretto da Olivier Nakache e Éric Toledano

IO PRIMA DI TE (titolo originale Me Before You), USA, 2016, diretto da Thea Sharrock

Buona visione!









1 commento:

  1. il film Più leggero non basta è stupendo anche perché è una storia vera scritta prima in un bellissimo libro dal protagonista Federico Starnone e tratta della Onorevole Ileana Argentin

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...